RONCHI DEI LEGIONARI - Zochét

DATI
Lunghezza: 2.5 Km - Km sforzo: 2.8 Kmsf - Salita: 33 m - Discesa: 33 m - Dislivello totale: 66 m - Altitudine minima: 8 m slm - Altitudine massima: 27 m slm

Difficoltà:
Cammino: Bassa Nordic Walking: Bassa Corsa: Bassa Mountain Bike: Bassa
Accessibilità
Disabili (carrozzina): Non accessibile
Bimbi (passeggino): Non accessibile
Famiglie: Per tutti (anche bambini piccoli)
Anziani: Medio
Cani: Semplice
Io peso
kg
e ho
Questo percorso corrisponde a...
Tempo
-
ore
Calorie
-
Kcal
Risparmio
-
Vita in più
-
ore

Visualizza tabella degli alimenti

Si parte dal parcheggio della ex Locanda Al Terrarossa. Raggiunta Via Monte Cosich (SP15) si svolta a sinistra e si imbocca lo sterrato a destra prima del bar. Lo percorriamo per 260 metri sino a quando diventa Via Eugenio Curiel. Proseguiamo diritti e, dopo 50 metri, svoltiamo a destra su Via dei Laghi. Dopo 50 metri svoltiamo a sinistra per raggiungere dopo altri 50 metri e una breve scalinata, Via dei Castellieri. Giriamo a sinistra e dopo 70 metri, al bivio, prendiamo la strada di destra. Attraversiamo per 200 metri il complesso abitativo sino a raggiungere il sentiero che si inerpica sulle prime propaggini occidentali del Carso Monfalconese, indicato anche come Sentiero dei Castellieri. Imboccatolo lo seguiamo per 85 metri dove, a un bivio, rimaniamo sulla destra percorrendo per 350 metri tutto il versante meridionale della quota dello Zochét, raggiungendo una strada in cemento che sale a sinistra costeggiando un'antenna radiobase a forma di albero e la vasca di oscillazione dell'Acquedotto Triestino. Proseguiamo sulla strada in cemento prima in salita, poi in discesa, fino a raggiungere dopo 300 metri Via dei Laghi. Qui giriamo a sinistra e subito dopo a destra inoltrandoci nel pioppeto e raggiungendo, dopo 100 metri il primo dei tre laghetti delle Mucille. Continuiamo aggirandolo sulla sinistra (ovest) sino a un bivio in corrispondenza del secondo lago. Qui giriamo a sinistra proseguendo per 650 metri sino a raggiungere nuovamente Via Monte Cosich. Svoltiamo a sinistra facendo attenzione al traffico e dopo 170 metri siamo al punto di partenza.

Punti d'interesse.
Laghetti delle Mucille, Trincee dello Zochét.
 

Curiosità
Il 9 giugno 1915 la brigata Granatieri conquistò le alture che sovrastano San Polo (Zochét, Gradiscata). Contemporaneamente la brigata Messina puntava alla quota della Rocca. Sulle alture di San Polo si ebbe uno dei primi episodi documentati di "fuoco amico": le artigliertie italiane posizionate a Vermegliano inondarono di fuoco i fanti italiani, scambiandoli per il nemico, provocando un centinaio di vittime.

Fondo del percorso