Monte Cosich

DATI
Lunghezza: 2.9 Km - Km sforzo: 3.9 Kmsf - Salita: 98 m - Discesa: 98 m - Dislivello totale: 196 m - Altitudine minima: 10 m slm - Altitudine massima: 20 m slm

Difficoltà:
Cammino: Media Nordic Walking: Media Corsa: Media Mountain Bike: Alta
Accessibilità
Disabili (carrozzina): Non accessibile
Bimbi (passeggino): Non accessibile
Famiglie: Per bambini autonomi
Anziani: Difficile
Cani: Semplice
kg
Questo percorso corrisponde a...
Tempo percorrenza
-
ore
Calorie consumate
-
Kcal
Risparmio
-
Vita in più
-
ore

Visualizza tabella degli alimenti

Fondo del percorso

Si parte dal Centro Visite di Pietrarossa seguendo verso ovest la strada che porta alla struttura arrivando da Cave di Selz. Percorso un centinaio di metri si prenda a destra la salita che porta alla sella di quota 65 dove, ad una "rotonda", confluiscono quattro strade e il sentiero che scende dalla cima del M. Cosich. Prendiamo la terza strada da destra in direzione nordovest seguendola per 200 metri sino a un bivio. Svoltare a sinistra in salita proseguendo per 490 metri dove abbandoniamo la carrareccia che prosegue verso il ciglione carsico sovrastante Cave di Selz e le Mucille per girare a sinistra in direzione est. Saliamo per 380 metri sino alla cima. Si prosegue quindi in discesa lungo sentiero per 330 metri ritornando all'incrocio di quota 65. Da qui, rifacendo all'indietro il percorso dell'andata, si ritorna rapidamente al punto di partenza.

La discesa dal M. Cosich in MTB è piuttosto impegnativa e sconsigliata a chi non è molto esperto. In alternativa si potrà condurre la MTB a mano nei tratti più difficili, ponendo sempre molta attenzione, in discesa, a fermarsi prima dei tratti più ripidi e sconnessi.

Punti d'interesse.
Trincea didattica, vista sul solco di Selz e le Mucille, landa carsica.

Curiosità
"Sostiamo al «Caffè Cosich».
È sorto un giardino pubblico con quattro alberi e per ornamento ha dei proiettili inesplosi e bombe di aereoplano.
Dalla graziosa disposizione dei sassolini che hanno trasformato un praticello in un leggiadro giardinetto, s'indovina che l'attendente del comandante del battaglione dev'essere un giardiniere."
Alice Shaleck, Isonzofront