Casarsa pozzo Runcis - Mezzamaratona

DATI
Lunghezza: 21.1 Km - Km sforzo: 23.1 Kmsf - Salita: 197 m - Discesa: 197 m - Dislivello totale: 394 m - Altitudine minima: 28 m slm - Altitudine massima: 55 m slm

Difficoltà:
Cammino: Bassa Corsa: Bassa Bicicletta: Bassa
kg
Questo percorso corrisponde a...
Tempo percorrenza
-
ore
Calorie consumate
-
Kcal
Risparmio
-
Vita in più
-
ore

Visualizza tabella degli alimenti

Fondo del percorso

CARATTERISTICHE - percorso ad anello che attraversa l'interno degli abitati di San Giovanni e Casarsa, addentrandosi nella relativa campagna ed unendo insieme i percorsi che originano dai tre punti di partenza posti nel Comune (inizio di via Valvasone, Centro Sportivo, pozzo di Runcis).
 
PARTENZA: dal pozzo della piazza di via Runcis, a San Giovanni di Casarsa.
 
DESCRIZIONE: inizia andando lungo via Sabotino fino a giungere dopo 480 metri al passaggio a livello, che attraverserai proseguendo lungo via Tofane per 200 metri fino all'incrocio con via Villa (SP-1 Val d'Arzino) che attraverserai con cautela andando a sinistra per pochi (50) metri per poi voltare a destra lungo via Aviotte che percorrerai per 280 metri fino e fare il giro dell'aiuola all'incrocio con via Zorutti su cui ti immetterai sulla pista ciclabile ritornando indietro su via Aviotte e proseguendola secondo la svolta che fa a sinistra lungo la ciclabile che seguirai per 970 metri che ti condurranno nei pressi della località San Floriano vicino al passaggio della trafficata SP-1 che lascerai a destra per dirigerti a sinistra oltrepassare la roggia Versa e procedere lungo una strada sterrata che dopo 700 metri transita a sinistra della località Boreana, quindi procede per 650 metri fino ad un bivio in cui tu lascerai la strada principale che procede dritta per girare a sinistra seguendo per 700 metri la sterrata fino ad individuare sulla destra una stradina che dopo 680 metri raggiunge la località Versutta. Transita dietro la chiesa e procedi sullo sterrato per 520 metri fin quando esso si immette su una strada asfaltata (via Spinis) che seguirai andando a sinistra per 800 metri fino a giungere nei pressi di un incrocio con una curva a gomito (tra via Monte Grappa e via Aguzze), in cui tu andrai a destra su via Aguzze. Da qui inizia un tratto urbano in cui dovrai prestare attenzione al passaggio dei veicoli. Segui via Aguzze transitando dopo 450 metri nel sottopassaggio ferroviario e giungendo dopo altri 230 metri sulla SS-13 (Pontebbana), su cui ti manterrai sul marciapiede di sinistra per un centinaio di metri fino all'attraversamento pedonale nei pressi della cantina "La Delizia" ove passerai dall'alto lato attraversando per tutta la sua lunghezza piazza Italia alla fine della quale dopo 240 metri andrai a destra lungo via Risorgimento fino a giungere dopo 120 metri all'inizio di via Valvasone (di fronte la chiesa) ove è posta la bacheca in corrispondenza del punto di partenza dei percorsi che originano da Casarsa. Percorri via Valvasone per 260 metri fino alla rotonda. Prendi la prima strada a destra (via Trieste), percorrila per una ventina di metri e poi svolta a destra lungo via Biasutti. Percorrila sul lato ciclopedonale a sinistra per 400 metri fino a giungere alla rotonda sulla SP Val d’Arzino. Da qui imbocca la prima strada a sinistra (via Polveriere): dopo un centinaio di metri, ad un bivio, mantieniti sulla destra percorrendo la strada che entra nella tipica campagna casarsese. Dopo circa 1km giungerai all’area delle polveriere, prosegui per altri 700 metri fino ad individuare sulla sinistra un’evidente strada sterrata (via Monte Peralba). Percorrila per 1,5km fino a giungere ad un bivio in cui non seguirai la strada che prosegue dritta ma andrai "ad U" a destra lungo via Monte Canin avanzando per 170 metri fino ad individuare prima di un ponticello sulla sinistra via San Lorenzo che costeggiando una roggia dopo 230 metri giunge ad un attraversamento su via Trieste che oltrepasserai con cautela individuando la sterrata via Miriscis a fianco della roggia. Seguila per 680 metri fino a rientrare sull'asfalto di via Manaras su cui andrai a sinistra immettendoti su via Gorizia per raggiungere dopo 400 metri una rotonda in cui prenderai la prima strada sulla destra (via Aldo Moro) che percorrerai per intero per un rettilineo di 500 metri che termina sulla SS-13 (Pontebbana) ove girerai a sinistra percorrendo il marciapiede fino all'attraversamento pedonale: passata con cautela la trafficata arteria tornerai a destra di una cinquantina di metri fino a trovare la prima strada che va a sinistra (via loc. Molino) che dopo 550 metri giunge nei pressi dell'entrata della vecchia caserma Trieste, di fronte la quale girerai a sinistra percorrendo la strada per 200 metri fino ad individuare a destra una strada che andando a destra passa a fianco del vecchio mulino, quindi passa sotto la linea ferroviaria. Subito dopo il sottopassaggio prendi la stradina che trovi a destra e seguendo le indicazioni del sentiero naturalistico curato dagli Amici della Montagna dopo 340 metri entra nell'area naturalistica della Polisuta. Mantenendoti sulla traccia di destra dopo circa 60 metri incontrerai l'inizio di un sentiero ad anello di 400 metri che entra nella zona di risorgive dove potrai vedere le polle d'acqua da cui nasce la roggia Polisuta. Rientrato sulla stradina segui le indicazioni del percorso naturalistiche che ti condurranno dopo 580 metri ad un ponticello sulla Polisuta, che attraverserai e seguendo la stradina giungerai dopo 500 metri all'incrocio con l'asfaltata via Sile, ove andrai a destra per 150 metri, quindi la abbandonerai andando a sinistra lungo la sterrata che si addentra nelle campagne delle "Sedulis" per 1,7km fino a giungere ad un incrocio in cui incontrerai sulla sinistra un ponticello sulla roggia Lin: attraversalo e segui la strada che dopo 2,6km ti ricondurrà al punto da cui eri partito.